lunedì, marzo 12, 2007

Torta bassa al cioccolato

Heidi,
anche conosciuta come "bellina-tu-sssei",
che mi fotografa mentre la fotografo...









E CIOCCO&LATO sia!!


Perché quando te lo chiede la Heidina tu servizievole devi rispondere, mica per altro, ovviamente.

La scorsa settimana, quella giramondo di Heidi, la nostra austriaca preferita nonché nostra coinquilina di tutto lo scorso anno accademico in quanto donna Erasmus,
ci è tornata a trovare, prontamente munita di Mozartkugeln (Palle di Mozart) e Toffifee a volontà (già puntualmente scomparsi nel “vuoto”), per qualche giorno, per poi fare una capatina, la poverina, a Valencia dalla sua migliore amica altrettanto in Erasmus e per poi ripassare per Orio al serio alla volta di Vienna, dove teoricamente oggi dovrebbe essere ritornata sana e salva.

Tutto ciò per dire che abbiamo organizzato una cena a casina lo scorso martedì con tutte le coinquiline reperibili e non troppo sperse per il mondo, a base di bruschette, lasagne al pesto e svariati dolci, tra i quali, un salame dolce in versione alternativa, ovvero alla cioccolata bianca ed amaretti, che non ha potuto essere fotografato causa 'l’hanno sbaffato prima che lo potessi requisire ed immortalare', e, su richiesta esplicita di Heidi, un revival della sempiterna torta al cioccolato, spesso riproposta quando l’urgenza di botta di cioccolato si fa sentire…

Questo il risultato!

Ingredienti:
- la ricetta è quella della mia zia Claudia, guru famigliare dei dolci -

200 gr cioccolato fondente
120 gr zucchero
(l’originale ne prevede 200gr, ma a me piace si senta l’amaro del fondente)
80 gr di burro
4 uova piccole, oppure 3 grandi
2 cucchiai di farina
1 tazzina di caffè
( l’originale prevede un bicchiere di Maraschino,
non reperibile in dispensa)
mezza bustina di lievito
un pizzico di sale


Sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro. Lasciare raffreddare un pochino.
Nel frattempo montare benissimo i tuorli con lo zucchero, poi unire il cioccolato e il burro che si saranno raffreddati e amalgamare ancora.
Aggiungere poi la farina e il caffè (non bollente!) o il maraschino della situazione.
Ora montare gli albumi a neve fermissima, con un pizzico di sale.
Facendo attenzione e mantenendo il sacrosanto stesso “senso di marcia” amalgamare gli albumi montati con il resto dell’impasto e versare il tutto in una teglia ricoperta di carta da forno.
Mettere infine in forno già caldo a 150°C per 40 minuti circa…
Attenti ai tempi di cottura del vostro forno, perché essendo questo dolce praticamente fatto al 99% di cioccolato se si brucia fa un po’ schifino, ma voi siete bravi e non vi succederà!

Se volete cospargete di zucchero a velo e guarnite con del cioccolato fuso...

E slurp sia!

20 commenti:

apprendistacuoca ha detto...

il richiamo del CIOCCOLATO mi ha portato fino a qui!
il mio commento non può che essere SLURP, e solo tu puoi capirne a fondo la verità e la profondità...
baci!
PS: ma sai che questo mese avrei dovuto farre un week-end a vienna che poi è salatato? sigh...

Gaia ha detto...

cioccolato? gaia risponde, anzi chissà come mai sentivo che fosse il momento giusto per fare un saluto alla mia choco-addicted-blogger preferita, ormai credo di aver capito che se io e te ci trovassimo in una fiera tutta dedicata al cioccolato sarebbe la fine per gli standisti perchè saremmo come due bambine nel paese dei balocchi..o sbaglio?!
;-)

Vaniglia ha detto...

Apprendistacuoca piccolo guru mia, lo BENsapevo che tu avresti colto la sopraffina profondità dello SLURP!
Ma il SALATATO (vedi sopra) è l'inconscio che cerca di unire il salto con il salato per sconfiggere il richiamo di ciocco&lato e ricondurti sulla retta via del non-glucosio??! Giammai! Resisti!Anche io dovevo andare a Vienna a trovare la Heidina, appunto.. ma ho delle coinqui PACCOSE che tirano buche e la Heidi ha pensato bene che faceva prima a venire lei...
Però mi rifarò: ho fatto la tour operator a suon di Ryanair e ad Aprile si va a Siviglia, eh, ecchexxxxxx! ;-))
Tanti ma tanti basìns

Ok, oggi sono addirittura più prolissa del solito, ma 4 ore di lezione e conseguente fila alla posta e gita alla Conad da vera desperate housewife quale ormai sono non aiutano! Cmq:
Gaietta tesora, choco-addicted è troppo raffiné mi sa, sono proprio una DROGONA senza fondo quando si parla di cioccolato (alla Conad, appunto, ho appena razzolato ben 3 tavolette Ritter di gusti diversi...vabbbè, ma perchè erano in offerta, mica per altro..).
Non sbagli! Credo che si metterebbero a scioperare incatenati alla nostra sola vista!Poooooorelli!
Tantissimi besitos

Elena ha detto...

spettacolare, da provare
in questi giorni devo fare giusto tre torte al cioccolato

Vaniglia ha detto...

Grazie Elena! Direi decisamente sì, se ti va una delle tre potrebbe essere lei...cosparge la casa di profumo di cioccolato che è un piacere! ;-P

Francesca ha detto...

ormai avete già messo gli slurp voi che ame non resta che dire GNAM!

Giovanna ha detto...

ciao, che bel blog! mi ci sono fermata un ora!!! belle le ricette e tu sei simpaticissima!!!

Dolceviola ha detto...

Ciao Vaniglia non resisto al cioccolato, la tua torta è bellissima!!!!

Vaniglia ha detto...

Fra, infaaaaatti! Slurp, gnam, sgrunt..va bene un po' tutto per descrivere la scioglievolezza del cioccolato...

Giovanna, addirittura, ma che gentile! GRAZIE! Mi fa moltissimo piacere che tu sia passata di qui!! Quante lusinghe..
Basìn

Dolceviola, grazie anche a te! Eh sai..il cioccolato miete millemila vittime..e mi sa che io, Gaia e te siamo decisamente tra quelle! ;-)))
Bisous

cuochetta ha detto...

Ciao cara, come promesso eccomi qui... ho la glicemia a 1000!!

^__^
brava!!!

Saffron ha detto...

...questo dolce non fa bene alla mia salute mentale dato che sot impazzendo per la voglia di cioccolato in questi giorni!
bellissimo....gradirei una fetta!

Vaniglia ha detto...

Eh..cara la mia cuochetta, ti riferisci alla LEGGERISSIMA maggioranza di dolci rispetto ai piatti salati??! C'aggia fà, i piatti salati qui causa lezioni universitarie sono molto veloci nonchè spartani, salvo qualche caso fine-settimanale..oppure spariscono prima di essere fotografati causa LA FAME NEL MONDO, o meglio nelle coinquiline e in me medesima.. Evviva la glicemia a-ppppalla allora! Grazie tesora!

Saffron cara, eh..sapessi quanto è compromessa la mia ultimamente..ai ripari a suon di cioccolato in tutte le salse!! Grazie..purtroppo per la fetta devo deluderti..è sparita la mattina dopo a colazione..sarà per la prossima volta!Te la consiglio proprio..c'ha un certo profumino inebriante..!!
Baci

Valentina ha detto...

Buonissima questa torta!!!!!!E poi che bella la vostra rimpatriata, l'Erasmus,le coinquiline, la vita universitaria...di là verità, che oltre la rogna degli esami c'è anche tanta pacchia!!!!:-)
Un bacio barese!

Vaniglia ha detto...

Ma ciao Vale!Confermo..golosa ASSAI!!!
Sì..diciamo che di suo la pacchia non ci sarebbe per-nulla per-nulla..ma noi ce la pijamo da sole e comunque con moooolto piacere!
Un bacio mantovan-senese allora!

Gaia ha detto...

allora diciamo che siamo proprio due dipendendti dalla cioccolata, bene non sai quanto piacere mi faccia questa cosa, soprattutto perchè in pieno periodo di quaresima, non sono l'unica che si fionda cmq senza alcun rimorso su una tavoletta fondente!
io ho fatto incetta al negozio sotto casa di novi dalle varie sfumature di fondenza, che poi nn si dica nemmeno così sai che ce frega!!!

nini ha detto...

Ciao vaniglia,
ti ringrazio per il tuo commento, ogni tanto ho la testa per aria...ci vuole 1 cucchiaino da thé di cardamomo , ma se hai i semi, puoi schiacciarli..diventa piu forte pero' e credo ci vogliano pochi semi.
Aprofitto per mettere il tuo blo tra i miei "belli", la tua torta è una bomba!!
un baciotto lory
(mi chiamo anch'io lorenza,..ma il tuo è bellissimo, brava!!)

isabilla ha detto...

ciao vaniglia,
grazie del passaggio "di là da me" :)
così ora conosco la tua torta al cioccolato! (ed in teoria sarei a dieta..tra 13 gg ho il controllo dalla dottoressa, son dolori.)
complimenti anche per la crostata alle prugne, mi è piaciuta molto con la decorazione fantasia di stampini..molto carina,
buon fine settimana,
Isa

Vaniglia ha detto...

Gaietta, è telepatia dichiarata: ho letto il tuo messaggio dopo essermi sbaffata senza rimorso alcuno una delle famigerate tavolette di Ritter, quella allo yogurt... ma infatti! Quando si tratta di cioccolato "purtroppo" mi cadono tutte le barriere di auto-censura!!Consoliamoci va...due DROGONE al prezzo di una!

Nini, grazie per essere passata e anche per la spiegazione...appena mi viene l'ispirazione proverò a fare i tuoi muffin! Specifichiamo meglio: il "mio"piccolo Lorenzino non è mio figlio, ma figlio di una mia amica mia omonima..per fortuna-purtroppo!Grazie per i complimenti e per il link!

Isabilla cara, grazie di tutto anche a te! Abbi fede, stringi i dentini ancora per un pochino e vedrai che andrà tutto bene! Buon fine settimana anche a te!!

Paolinetta ha detto...

Ciao, ho trovato questa ricetta ieri e ho preparato la torta. E' venita benissimo. La rifarò. Grazie! Paola

Vaniglia ha detto...

Paolinetta grazie millemila!! ;o))
Questi commenti di esperimentini riusciti fanno sempre piacerissimo!!
;)
Io non riesco ad accedere al tuo blog però.. sigh.. ;-//