domenica, maggio 03, 2009

Le finte Peschine all'Alchermes... diventate ormai ricetta di famiglia ;))

Eh sì.. questa ricettina è ormai diventata quasi di famiglia! Consolidata, quasi infallibile, e pronta a subire ogni variante del momento.. E poi veloce e regalabile!! ^.^ Quindi perfetta per ogni invito dell'ultimo minuto da amici, parenti ecc ecc.. infatti fa sempre furore e tutto il parentado ormai ha richiesto (e ottenuto!) la ricettuola..

Il tutto dovuto alla ricetta scopiazzata ormai un paio di annetti fa, mi sa, dalla mia Maestra Zen. preferita.. o meglio Saretta ^.^, che adesso non ha più il blog ma alla quale ho ben modo di dare tutta la paternità della goduria! O maternità..?! Bah.. insomma, fatto sta, da lei l'ho scopiazzata e la ringrazio anche qui! ;o))
Ecco a voi..

[Ricetta dimezzata, ne risultano circa 20/25 peschine mignon:]

250 gr di farina 00

100 gr di zucchero semolato

1 uovo intero

50 gr di burro fuso

Pizzico di sale

Qualche cucchiaio di latte

Mezza bustina di lievito per dolci

Estratto naturale di vaniglia

(o vanillina, se non lo avete..)

Per guarnire:

Zucchero semolato q.b.

Alchermes q.b.

Cioccolato fuso, oppure crema di nocciole

(ma anche marmellata, o crema, a seconda dei gusti insomma ^.^!)


Accendere il forno a 180°C.

In una ciotola: amalgamare gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito per dolci, vaniglia, pizzico di sale) e farne una fontana. All’interno del buchetto unire gli ingredienti liquidi: l’uovo intero (magari leggermente sbattuto), il burro (precedentemente fuso a bagnomaria e lasciato intiepidire) e cominciare ad amalgamare con un cucchiaio di legno velocemente: a questo punto aggiungere qualche cucchiaiata di latte… regolatevi con la consistenza per capire quanti! Considerate che la ricetta originale prevede parecchio più latte.. ma sarà perché io utilizzo le uova delle galline della nonna, quindi ruspanti e gigantine ;o), ho capito che in realtà di norma ne serve proprio pochino, giusto quello necessario per raggiungere, a questo punto lavorando l’impasto con le mani, una consistenza soda, ma morbidina, un pochino di più di una pasta frolla, per intendersi..

Formare quindi subito le palline con le mani, la dimensione la potete decidere a seconda dei vostri gusti: di norma sono grandine, quasi come un paninetto, ma ultimamente io preferisco farle più piccole, a mo’ di pasticcino.. a voi la scelta! Io li ho fatti quindi grandi come un piccolo bacio di dama circa.. Adagiarli su una placca ricoperta con un foglio di carta forno, un pochino distanziati e infornare a 170/180°C per una decina di minuti, o comunque finché proprio leggermente dorati.

La farcia:

Togliere quindi dal forno e tuffare quindi velocemente, uno alla volta e ancora caldi, in una ciotolina con un pochino di Alchermes (io l’ho diluito con qualche cucchiaio di acqua, perché per il mio gusto risulterebbero altrimenti troppo forti: da lì il colore rosino e non rosso intenso) e subito dopo rotolare in un piattino cosparso di zucchero semolato.

A questo punto accoppiare a due a due e farcire, con l’aiuto di un cucchiaino, con la cioccolata (o quello che più vi piace: creme o marmellate ci staranno comunque benone!).

Lasciare asciugare qualche ora e papparsele..

;o))

12 commenti:

Anonimo ha detto...

la maternità!!!! :D
grazie tesò!!! Sei stata carinissima!!! Se volessi anche portarmene qualcuna a Bologna.... che non ho mai tempo di cucinare.... ;))
un baciotto, sara

PS: sono troppo contenta che il blog sia redivivo!

graziella ha detto...

Giusto, giusto quelle due o tre calorie!!! ;-DD
Vado a prepararmi l'insalata, ma sogno di addentare una delle tue delizie!

Slow Mais ha detto...

Ma poi pedali il giusto per smaltirle queste peschine ?
Io due giorni che trangugio senza ritegno senza riuscire a placare quel vuoto che sento nello stomaco, ma ci sono di mezzo 60 km in bici, trekking a Soprabolzano e passeggiate varie ...

VanigliAli ha detto...

Saretta,grazie a te cara!! ;o))
Va ben.. la prossima volta ti porto una sporta di godurie da surgelare così sei a posto per qualche mese??! ;DDD


Gra,noooooo niente insalata!! Meno insalata e più opere di bene!! De panza, 'nzomma.. ;DDDD

Luca, non pedalo assolutamente il giusto, ma.. sinceramente.. chi se ne f*°§e!! ;o)))

fabdo ha detto...

che idea originale vanigliozza cara! ;p mi piacciono un sacco e anche di più...le proverò quanto prima!!!!!!

piesse: ma io posso usare la donutella per unire le palline?! :)))

baciottone ^.^

VanigliAli ha detto...

Fabdoina, in realtà in questa landa sono piuttosto comuni (in versione più grossina però!).. anche se ho sempre magnato senza ben capirne l'origine (forse Emilia.. bah!?), però ultimamente ne vedo in giro anche versioni alternative che vorrò provare!! Tu testa pure, minimo sforzo (quasi) massimo risultato! ^.^
..per il piesse: usa pure la donutella, quella che vedi nella foto era quella, perchè quando le ho fatte l'ultima volta era la roba più facilmente reperibile alla svelta in zona anche per me!! ;DD
Se no ci sta un po' di tutto.. cremine, cremone, marmellatine.. quello che passa il convento! ^.^

Slow Mais ha detto...

Il dulce de leche ?
Marmellatina di zucca ?

VanigliAli ha detto...

Marmellatina di zucca mi ispira pochino pochino..
Dulce de leche fatto l'anno scorso, ma non fotografato.. ma adesso non ne ho mica tanta voglia, a meno che mi venga voglia di provare una cheesecake con quello che ho addocchiato tempo fa..
Riciauz ;)

Slow Mais ha detto...

Se hai un cheesecake col dulce de leche ... passamelo !!!
Adesso è il turno per me del cheesecake, e il dulce de leche lo devo pur utilizzare in qualche modo !

VanigliAli ha detto...

Luca.. cercartelo te no??! ;ppp
Ne esiston seimila..
Cercati la versione che t'attizza di più no?
Dai so nani..

talpy ha detto...

non le ho mai mangiate e nemmeno adocchiate in qualche pasticceria, per cui è d'obbligo provarle la prossima volta in cui avrò ospiti a cena :) ti terrò aggiornata sul risultato, ma a giudicare dalle tue.. difficilmente riuscirò a batterle! ;)
poi, facendole piccine mi sa che scatta il meccanismo della ciliegia: una tira l'altra!! :D meno male che in questo periodo i dolci sono più che ammessi per consolarmi delle fatiche dello studio!
a presto, grazie per essere passata da talpy e complimenti ancora! se provi davvero la ricetta con la marmellata, fammi sapere! :D ema e talpy

VanigliAli ha detto...

Certo che la proverò quanto prima! ^.^
Grazie a te del saltino qui! ;o))
Fai fai: minimo sforzo e degno risultato, giurin giurello! E obbligatorio effetto ciliegia, hai previsto bene!!!