venerdì, agosto 03, 2007

Le tigelle con scamorza e prosciutto crudo, altra idea da spuntino serale...

Crash test dummies, "Mmm Mmm Mmm Mmm" (1993)... mi piaceva, e mi piace, un sacco.

Ingredienti:
(ancora fino a contrordine, unità di misura=scatolino vuoto da 125 ml di yogurt)
4 scatolini di farina 00
2 scatolini latte parzialmente scremato
1 1/2 cucchiaini abbondante di sale
2 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di zucchero
1 cubetto di lievito di birra
Per farcirle:
io ho utilizzato della scamorza tagliata a listarelle
qualche fettina di prosciutto crudo "casalingo" tagliato grossolanamente a listarelle,
(ma le tigelle ci stanno bene anche con verdurine tagliate sottili grigliate o, in versione dolce, che credo applicherò già domani con quelle rimaste perchè so che danno grandi soddisfazioni, con marmellate o nutella.. ^-^)
[con queste proporzioni sono venute circa 25 tigelle, che sfamano direi 4 personcine mediamente affamate)
In una tazza sciogliere il panetto di lievito con il cucchiaino di zucchero nel latte intiepidito.
In una ciotola formare con la farina la classica fontana e versarvi al centro il composto di latte e lievito e l'olio extravergine di oliva. Con un cucchiaio di legno impastare velocemente, poi continuare con le mani, se necessario aggiungendo ancora un po' di farina. Aggiungere il sale ed amalgamare finchè l'impasto sarà morbido e omogeneo.
Lasciare riposare nella ciotola per almeno un'oretta in un luogo tiepido, ricoperta di uno strofinaccio umido.
Preriscaldare la padella antiaderente (servirebbe, a far le personcine serie, la tigelliera, ma io per ora le ho sempre fatte senza, e di necessità virtù, sempre, premia!), nel frattempo stendere l'impasto abbastanza sottile, diciamo poco più di un centimetro, e con un bicchiere tagliare l'impasto formando i tipici cerchietti, che andrete a cuocere, una volta calda, sulla padella.
Cuocere per circa 5 o 6 minuti per ciascun lato, o comunque finchè vi sembreranno quasi cotte (non bruciate!), poi togliere dalla padella, tagliare per la lunghezza, e ripassare sulla padella per terminare la cottura della parte interna (mmmmh, sono stata shhhpiegata??! C'ho un po' sonno e non mi vengono le parole manco a pagarle!).
Questo lo potete fare con un po' d'anticipo, poi quando volete mangiarle, ripassarle sulla padella (o inforno, se siete coraggiosi!) un paio di minuti con la scamorza ed il prosciutto crudo, nel mio caso, o con quello che più vi piace, verdurine o robe goduriose a suon di Nutella o marmellate, vedete voi... il tutto dipende dal momento, però appunto, caldine secondo me son più buone!
Io faccio spesso le tigelle, in realtà più spesso le ho fatte in veste dolce, come spuntino improvvisato e veloce che accontenta tutti, ma anche come idea da cena abbastanza leggera, come nel nostro caso sul balcone a guardarci un film, danno le loro soddisfazioni...!
Ah beh, a fare le persone serie bisognerebbe utilizzare la panna e non il latte, ma io un po' perchè non l'avevo in dispensa, un po' perchè si mantengono più leggere (e sicuramente però sono più croccantine e non morbidose come le originali!), ho inventato una variante col latte... Poi, de gustibus!

22 commenti:

Farfallina - Roam 2 Rome ha detto...

Bello, buono e semplice!

Mi piace...

:)

Viaggio nell' Italia dei Sapori ha detto...

Grazie alla vostra collaborazione stiamo preparando un viaggio nell' "Italia dei sapori"....dove scoprire i segreti della nostra cucina tradizionale.... le ricette delle pietanze più gustose da preparare e assaporare in una dimensione di piacere.... senza tempo!
Invia ricette della tua regione saremo felici di pubblicarle e realizzare questo progetto di scambio culturale tra le regioni italiane!

www.ricetteregionali.info

Giovanna ha detto...

ciao ali, bella idea, le cose semplici (devono essere pure buone spalmate di nutella) sono le migliori!!! baci

fabdo ha detto...

Alichotta!
E allora dillo! Sai quante ne abbiamo mangiate all'Osteria San Pietro sui Colli d'Imola???! Lì le chiamano in un altro modo però...aspetta...colpo di demenza senile...mmm...credo crescentine. Ma sono la stessa cosa: BBBONEEE!!
Mi scrivo subbbito la ricettuola, incarto e porto a casa :D...e poi i tuoi vasetti di yogurth come unità di misura sono troooooppo vanigliosi! :D Mitica!

Bacioccolosi xoxox
DoDo

Dolcetto ha detto...

Mia cara vanigliuzza con questo post mi obblighi a provare le tigelle: mia mamma le ha intraviste sul video e ora le vuole! Ne mangia a quintalate, ma io non le ho mai fatte.... ora mi tocca! Brava brava!
Un basotto... le mie valigie sono pronte, stanotte si parte: tu quando torni a casa? Inizio già ad augurarti un buon rientro, ci si sente tra qualche settimana.
Ciao tesora, un abbraccio

Vaniglia ha detto...

Farfallina,BENVENUTA cara!
Sì sì, se non le hai ancora provate, assaggiale... sono buone e facilissime da fare! Bacioni

Giovanna,EBBENE CONFERMO A MILLE! La nutella è la morte sua... anche se le personcine serie e tradizionaliste potrebbero menare, ma insomma ciò che è buono è buono... non c'è niente da fare!
Poi minimo sforzo massima soddisfazione con questo caldo è l'unica...^-^
BaciBaci

DoDoina mia,sìsìsìsì son loro..si chiamano crescentine in alcuni posti (perchè in teoria la tigella sarebbe il ferro con cui cuocerle)..però alla fine a Mantova in famiglia da me si chiamano tigelle quindi a me viene più naturale così...e son bòne sì!
Uuuuuh, per i vasetti di yogurt mi vergogno come una ladra ma di necessità ti dirò virtù, qui la bilancia ha smesso di collaborare..ma sì che son vanigliosi, dai, l'importante è il pensiero!^-^ Ma allora se le fai magari dacci di panna, tu o donna seria!;-P
Bacionicioccovanigliosissimi

Dolcettina,in partenza!Ah sì la tua mamma è un'estimatrice?! Ma davvero, ci vuole un attimo a farle, io le ho fatte proprio tipo pane, poi tu le puoi fare da personcina a modo con la ricetta tradizionale, panna e company, così la stendi per benino! Io non so ancora quando torno..vicissitudini varie, ma va beh!Tesora buon egitto e ci becchiamo al rientro di entrambe!Abbracionemegagalattico

Imma ha detto...

Yuo are really lilling me here: prima le piadine, poi le tigelle... E va beh che le piadne le potrei provare a fare, am coma la mettiamo senza la tigelliera???
Tutta invidia la mia perche' puoi gustarti queste delizie!!!!

LA CONIGLIA ha detto...

vaniglia invitami ad un pranzo preparato da te,su!!! :) un bacione, sono tornataaaaaaa

GlitterVictim ha detto...

Buooone! Io adoro le tigelle coi pomodorini e la mozzarella di bufala... un classico!

Francesca ha detto...

e anche da spuntino mattutino, per esempio per ora mi andrebbero perfette! Si capisce che ho fame? :-) Bella idea, gustosa, sana e genuina GNAMM

Guendalina ha detto...

Ciao cara,

MMmmmmmm.... che buone, e sembrano facili da fare! Ci provero appena ho l'occasione. Un caro saluto, grazie della visita al mio blog.

lefrancbuveur ha detto...

buone! proverò a farle quando ho tempo

Vaniglia ha detto...

Imma,tesora! Nemmeno io ho la tigelliera, non preoccuparti, basta che fai la forma con un bicchiere e poi le cuoci su una padella antiaderente, loro mantengono la forma! L'invidia sta volta è risolvibilissima, con poco sforzo!

Coniglia,sìsìììììììììì, quando arrivi?!?! Che sono in casa da sola e mi riduco a cucinare sempre le solite robe! Ah ma poi però dovrò pur venire anch'io a sguazzarmela da te!
Son già passata a leggere le tue epopee,povera donzella.. ^-^

Glittervictim, bòòòòòne! Anche a me piacciono tanto così! va beh a me piacciono in qualunque salsa..;-P

Francesca,eh, immersa in ufficio a pubblicare certe torte allo yogurt so anch'io che ti vien fame! ;-))))
Robe reciproche!

Guendalina,ma ciao! Figurati!
Sìsìsì, sono semplici, simili al pane, ma di forma piccola e simpatica! Poi si possono farcire sia salate che dolci.. buone in ogni caso! Baci

Lefrancbuveur,benvenuto!
Prova prova, sono molto semplici e veloci! Ciaociao

Viviana ha detto...

PPPPureeeee io le voglio faaaaareeee!!!!
Ho letto il tuo blog nell'ora sbagliata... mi hai fatto venire una voglia di tigelle e salumi da paura... e come glielo racconto ora alle mie papille gustative che si devono mangiare un'insalatina???

:))

baciiiii

Alex e Mari ha detto...

ma sei un portento!!!! Quanto adoro io le tigelle!!!! Tu non ne hai idea! Peccato per il prosciutto e il formaggio... introvabili o carissimi!
Magari facciamo una festa e ci concediamo questo piccolo grande lusso!
MARI

Imma ha detto...

Beh ora che mi hai svelato il segreto, non posso piu' tirarmi indietro. Le devo provare a fare!
Ciao e grazie del trucco!

Imma ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nightfairy ha detto...

Grazie del benvenuto!Bellissime queste tigelle, devo decidermi a farle, il mio ragazzo le adora!

Vaniglia ha detto...

Viviana,ma noooooo, ma non raccontargli una cosa triste cosìììììììììì, giammai! Dai, vai di mani in pasta e in un attimo recuperi con tigelle sotto la zanna! ^-^ BENVENUTISSIMA!

Mari,per così poco! Beh, immagino che lì non ci siano formaggi o salumi in ogni ove..ma dai, reinventale a suon di qualcosa di goduriosamente neozelandese, no!!!? Dai dai ...creaci ad hoc un po' di ibrido emilian-neozelandeseihih ;-P
Bacioni cara, ti ho risposto alla mail!

Imma, figurati, dovere!L'importante è reinventarsi sempre con quello che si ha sotto mano, poi si può fare un po' tutto! Poi tu mi sveli la pizza alla griglia.. ;-D

Nightfairy,BENVENUTA anche a te! Falle falle al tuo ometto, dopo il frullatore questo è il minimo, e te la cavi anche in poco tempo! Baci ^-^

Viviana ha detto...

Ah ah ah... infatti è stato impossibile... ieri a pranzo sono uscita son oentrata nel primo panificio e mi sono fatta riempire 3 panini alla cipolla di: prosciutto crudo, salame e mortadella... ah ah ah... piuuufff altro che insalatina triste!!!!

baciii

Vaniglia ha detto...

AAAAAAAAAAAAAAAAaaaaah beh, vedi mò!
Tanto meglio!
Un'insalatina triste t'avrebbe intristito! ^----^
M'hai fatto venite una voglia di prosciutto crudo ch uffffffffff..dovrò rimediare alla prima spesa!
Baci baciiii

nini ha detto...

che belle queste tigelle...fa anche rima!!
bacioni